Recensione: I cento colori del Blu di Amy Harmon

Pubblicato il da RobinH

Recensione: I cento colori del Blu di Amy Harmon

I cento colori del Blu-A Different Blue

Attenzione spoilers

La storia si apre con un ambientazione quasi da detective story: una giovane ragazza madre che pedina un uomo, e viene poi trovata morta senza più traccia del suo bambino.

Il romanzo è in bilico tra il genere young adult e quello new adult ma fortunatamente la protagonista non è la solita frignona che si nasconde dietro abiti da signorina perbene o di una misura più grande. No, Blue è decisamente una stronzetta, o almeno è questo l’aspetto che vuole dare di se. Il suo passato è un mistero, è stata cresciuta da Jimmy Echohawk, un nativo americano giramondo e scultore che per lei è ha rappresentato tutto il suo mondo. Che le ha dato una vita semplice e spartana ma dignitosa. La sessa Blue ha tratti indiani, a parte due occhioni azzurri che spiccano sul suo volto. Sebbene non sia mai stato chiaro, Blue ha sempre creduto che Jimmy fosse suo padre. E poi Jimmy scompare e Blue disperata, vede finire la sua infanzia libera e vagabonda per essere affidata a Cheryl, la sorellastra di Jimmy. Gli anni passano, Cheryl non è affettuosa con Blue ma nemmeno ostile e le due hanno instaurato una convivenza pacifica, cercando di non pestarsi i piedi a vicenda. Quando compie 14 anni e il corpo di Jimmy viene finalmente ritrovato, Blue ne è talmente sconvolta da tentare il suicidio. Jimmy rappresentava davvero il suo tutto: una famiglia, l’appartenenza a qualcosa. Per evitare altri episodi di autolesionismo Cheryl le confessa che Jimmy non era suo padre, che l’aveva trovata nelle vicinanze di una scena del crimine e aveva deciso di tenerla per non finire nei guai, questo naturalmente non tranquillizza o consola Blue. Ora è davvero sola. Non conosce, il suo vero nome,la sua data di nascita, non ha passato e sente di non avere futuro, ha se stessa, la sua abilità nello scolpire ereditata da Jimmy la sua faccia tosta e il suo corpo che inizia a sfruttare indossando jeans e maglie da puttanella per provare un senso di potere e non farsi sopraffare. Quando sei un outsider è quasi naturale essere etichettati. Blue ne è consapevole, è il tipo di persona che pensa: ok, dovete parlare di me e giudicarmi , ma deciso io come e perché (come a dire, la miglior difesa è l’attacco).

Mi sforzai di riportare i miei pensieri alla realtà e raddrizzai le spalle per fare un'entrata a effetto in classe-era sempre quello il mio scopo, un po' perché mi piaceva attirare l'attenzione, ma soprattutto perché sapevo che se riuscivo , gli altri mi avrebbero lasciata in pace.

Darcy Wilson, è un giovane professore inglese di buona famiglia, che laureatosi in tempi record( ha solo un paio di anni rispetto ai suoi studenti) insegna con vera passione e Blue Echohawk si rivela un osso duro. Inizialmente per lui è solo una ragazza appariscente senza interesse per lo studio, pronta a metterlo in imbarazzo, ma poi leggendo i suoi scritti, si accorge di trovarsi di fronte a una persona talentuosa, ferita, in fuga, tormentata e il suo istinto di protezione scatta. Quando scopre che la ragazza è incinta, le propone di vivere nel suo stabile nel quale ha un mini appartamento con tanto di seminterrato dove continuare a scolpire. Blue è incredula ma accetta. E’ come se le si stesse offrendo una seconda chance. Nei mesi successivi, tra i due si instaura una genuina amicizia, e senza che la ragazza possa evitarlo Darcy, con le sue lezioni di vita e scolastiche si insinua dentro Blue emergendo nelle sue opere. La ragazza nutre un sempre maggiore desiderio di ricominciare, di fare tabula rasa.

"Vorrei tanto che tu avessi avuto una vita migliore...una vita diversa, ma una vita diversa ti avrebbe resa una Blue diversa". Mi fissò. " E questa sarebbe stata la tragedia peggiore di tutte".

affetto. Si tratta di una persona talmente in gamba che quando Blue scopre che non può avere figli, le propone di adottare il suo bambino una volta nato. Oltre a portare avanti la sua carriera artistica, Blue decide di scoprire qualcosa sulla sua vera identità( per se stessa e per il suo bambino) e grazie a un investigatore, scopre di potere essere collegata a un omicidio di tanti anni prima, così si sottopone al test del DNA. Nel frattempo arriva il momento del parto e Blue lascia la sua bambina, Melody, a Tiffa col cuore straziato. Nei mesi seguenti Darcy, si allontana volendole lasciare un po’ di spazio, ma Blue si sente lasciata sola, soprattutto perché Darcy non fa certo vita monacale nel frattempo. Dopo un furioso litigio il giovane le confessa di essere pazzo di lei ma non vuole pressarla, ha già subito tanto, da lei tutti hanno solo preso, ma le assicura di amarla profondamente, la accompagna persino a conoscere i risultati del dna che potrebbero darle finalmente le risposte che cerca da sempre. In effetti Blue scopre la sua vera identità, apprende della tragica morte di sua madre, incontra sua nonna e scopre che Jimmy faceva davvero parte della sua vita in quanto suo nonno. La ragazza può finalmente tirare un sospiro e guardare avanti: scoprendo il suo passato ha anche posto le basi per il suo futuro, ha trovato forza e amore, ma soprattutto ha creato il suo nido con Darcy.

fonte immagini:goodreads

fonte immagini:goodreads

ma le sue braccia rimasero serrate intorno a me, il suo respiro non cambiò ritmo e il suo corpo restò fermo. E lì, stretta tra le sua braccia talmente forte che non c'era spazio per dubitare di lui né temere di perderlo, mi addormentai.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post